Obiettivi del PRIPS

 

Grazie agli studi realizzati nel corso degli anni, si sono individuati i temi principali che il PRIPS dovrà affrontare, approfondire e risolvere:

• lettura paesaggistica e territoriale e conseguente inquadramento degli interventi

• verifica del rispetto delle condizioni idrauliche e naturalistiche poste dal fiume Cassarate

• verifica del dimensionamento dell’accesso al Piano della Stampa

• necessità di potenziamento delle infrastrutture esistenti

• potenziale di riconversione degli edifici esistenti

• mobilità pedonale e ciclabile, e potenziale di fruibilità del fiume Cassarate

• infrastrutture sportive intercomunali

• definizione delle possibili fasi di sviluppo e del programma di realizzazione.

L’importanza del ruolo svolto dal Piano della Stampa per il polo urbano del luganese viene consolidato e riqualificato, quale ambito artigianale e industriale in cui ospitare sia quelle funzioni poco “nobili” indispensabili e a servizio della città (magazzini, garage, attività di servizio alle imprese e all’agglomerato urbano), sia quelle attività capaci di valorizzare economicamente un territorio.

Non si intende infatti pregiudicare la possibilità che determinati comparti del Piano possano accogliere, con gli adeguati correttivi di carattere urbanistico e nell’ottica di un miglioramento delle condizioni quadro pianificatorie, quei contenuti artigianali che si trovano sempre più un difficoltà nei comparti centrali della città (Nuovo Quartiere Cornaredo e lungo fiume Cassarate), ma si vogliono creare le condizioni per attrarre attività a più alto valore aggiunto, cogliendo le potenzialità di posizione date anche dalla nuova apertura della galleria Vedeggio-Cassarate.

La contiguità fisica e dei collegamenti con il NQC, anche pedonali e ciclabili, rende strategica per la Città la promozione delle attività di svago e del tempo libero, legate alle attrezzature sportive esistenti, e le eventuali sinergie con queste attività e il potenziamento della fruibilità e della riqualificazione paesaggistica e ambientale delle aree di interesse naturalistico, primo fra tutti il comparto fluviale del Cassarate.


 

Gli obiettivi di massima sono riassunti qui si seguito:

• insediamento di strutture artigianali, industriali, commerciali e di deposito al servizio dei quartieri della pianura del Cassarate;

• insediamento depositi, magazzini e officine di manutenzione di aziende private e pubbliche;

• riprogettazione urbanistica integrale del quartiere;

• creazione di nuove strutture per la viabilità principale;

• ridefinizione di un asse viario di servizio, orientatore della futura trama edificatoria;

• protezione e valorizzazione naturalistica e paesaggistica delle rive del fiume Cassarate.



 

 

© 2013 Planidea S.A., Canobbio